Testimonianza di Luca Tamburelli

Download PDF Maras
Luca Tamburelli

Luca Tamburelli

Il mio incontro con Maras

Sicuramente la mia esperienza con Maras è minuscola (tre incontri fugaci)  rispetto a quella di moltissimi altri, ma la condivido per cercare di invitare altri a fare altrettanto, con le loro esperienze ben più ricche.

Non so se, a parte Chiara e pochissimi altri, io abbia mai conosciuto una persona oggetto di altrettanta gratitudine e affetto cristianamente fraterno.

Ogni volta che qualcuno, che lo ha conosciuto molto meglio di me, mi ha parlato di Maras, ne sono rimasto affascinato, edificato, e, anche, molto incuriosito.

Maras con Chiara

Maras con Chiara

Ho incontrato Maras la prima volta a Montet nel 1985. Eravamo un gruppetto di giovani, e ci racconto’ delle esperienze che mi parvero luminose, eccezionali per la qualità e la profondità umana e evangelica. Espresse anche qualche considerazione sul consumismo e sui trapianti di organi, che mi sembrarono geniali.

Due anni più tardi, presi un aperitivo con Maras e altri tre focolarini o aspiranti tali. So che puo’ sembrare triviale, ma fui colpito da questo fatterello. Avevo un calcolo alle coleciste che mi procurava dolori e malessere ogni volta che mangiavo qualcosa di grasso. L’aperitivo, Maras prese un analcolico, ci fu servito con degli stuzzichini piuttosto grassi. Siccome Maras era davanti a me, e non ci eravamo mai parlati, volevo metterlo a suo agio accettando lo stuzzichino, ma mi chiedevo se fosse volontà di Dio accettare quel cibo per me indigesto. Maras mi guardo’ negli occhi, sorrise divertito e disse scherzoso: “Sara Volontà di Dio o non sarà Volontà di Dio…”. Gli chiesi anche se poteva spiegarmi meglio una frase contenuta in uno scritto che un amico mi aveva dato, dicendo che era di Maras. Mi disse gentilmente che non aveva mai scritto quella frase.

Incontrai  Maras per la terza e ultima volta ancora nel 1996, credo. Eravamo ad un incontro (collegamento ch) a Rocca di Papa, e ricordo che era seduto da solo, dunque andai a sedermi vicino a lui. Mi saluto’ per primo, chiamandomi per nome, cio’ che mi stupi’ non poco. Come aveva fatto a ricordarsi di me?

Maras è partito… ma è anche rimasto…

Un mese dopo la partenza per l’altra vita di Maras, ho passato una giornata nel focolare di Nantes con Piergiorgio Fumero. Erano anni che non avevo né parlato né sentito parlare di Alfredo Zirondoli. Ricordo che a un certo punto rimasi profondamente commosso dalla testimonianza di Piergiorgio su Maras, al punto che scoppiai a piangere come mai avevo fatto in vita mia, almeno che mi ricordi.

Circa tre mesi dopo, una persona malata di mente stava causando tali problemi a me e alla mia famiglia, che, per la prima volta in vita mia, mi rivolsi a un avvocato per citarla in giustizia. Prima che il processo cominciasse, chiesi a Angela mia sposa e a Piergiorgio di fare un consenserint*, chiedendo a Dio, uniti nel nome di Gesù, per intercessione di Maras e di Maria Santissima, che la difficoltà si risolvesse. Entro pochi giorni, rinunciai al processo perché il problema, inaspettatamente, si era risolto completamente.

Nell’aprile 2012, telefonai all’avvocato per un’altra situazione molto compromessa: una persona mi doveva una discreta somma da tempo, ma si ostinava a negare il suo debito. Questa volta feci il consenserint con Piergiorgio, per telefono, ancora prima di affidare il mandato all’avvocato. Il debitore, intanto, continuava a rifiutare qualsiasi contatto. Dopo pochi giorni, mi arrivo’ un mail della banca, che comunicava un versamento, da parte del mio debitore, dell’intera somma dovuta. Non solo, ma ho ritrovato subito un rapporto sereno con lui.

Due settimane più tardi, una delicata situazione si era prodotta nella famiglia di Angela, che la obbligava a numerose telefonate per cercare di riportare una certa pace. Anche qui, consenserint per intercessione di Maras, e, dopo pochi giorni, Angela entra nel mio ufficio esclamando “Maras ha fatto il miracolo!” Soluzione tanto rapida quanto inattesa. Serenità e pace.

Coincidenze? Puo’ darsi. In ogni caso, se ci capita di nuovo, sappiamo a chi rivolgerci.

*Dal latino “si consenserint“, se saranno d’accordo, preghiera tipica del Movimento dei Focolari, per chiedere grazie uniti nel nome di Gesù.

Aggiungo, troppo breve per un post, ma molto significativa:

Testimonianza di Michele Genisio

“Io credo che per parlare di Maras sia necessario entrare nella sua anima e capire quello che lui vorrebbe: e lui ha sempre e solo voluto il bene dell’Opera e dell’Ideale di Chiara, e nulla di personale. Anche di questo si deve tener conto quando si parla di lui.”

About Luca Tamburelli

Sposato e padre di fue figli, vivo in Francia, a Annonay, presso Lione. Sono amico di Maras e di moltissimi suoi amici.

Comments

  1. Mario D'Astuto says

    Grazie a Luca Tamburelli per le sue bellissime testimonianze. Anch’io ho conosciuto Maras, anche se i miei incontri con lui sono stati in genere velocissimi, per vari motivi contingenti. Tuttavia lo porto sempre nel cuore ma non ho mai pensato di pregarlo. Allora proverò a pregarlo con regolarità. Intanto vorrei fare, con Luca Tamburelli e con chi vuole, un consenserint per tre grazie importanti per me e per la mia famiglia, grazie che chiedo – chiediamo a lui, Maras, con fede. Grazie di cuore, di nuovo. In unità. Mario

    • Luca Tamburelli says

      Grazie Mario,

      chiedo con fede a Maria, per intercessione di Maras, le tre grazie per te e la tua carissima famiglia. In unità, Luca.